No items in the cart.

0°C
HOTEL SOLEO SARDEGNA mare spiaggia bianca

Mare


Le spiagge più belle delle Sardegna ad un’ora dall’Hotel Soleo


Acque caraibiche, sabbia finissima e macchia mediterranea… per trovare il paradiso non serve andare lontano!

 

Verso Est


Spiaggia di Solanas, Sinnai


La Spiaggia di Solanas è cullata dal vento in ogni stagione ma è bagnata da un mare limpido e cristallino, incastonata sulla costa è a pochi chilometri tra Cagliari e Villasimius. Solanas è la meta ideale per i surfisti e per i sub, ma anche per gli amanti delle lunghe passeggiate sul bagnasciuga baciato dal caldo sole della Sardegna. Su un immenso arenile di sabbia dorata soave al tatto si possono affittare pedalò, sdraio e ombrelloni, per una giornata rilassante e organizzata. Il mare racchiude nel suo specchio tutte le gradazioni del verde e dell’azzurro per un colpo d’occhio decisamente spettacolare. Un mondo coloratissimo sopra e sotto l’acqua, da vedere!


Scoglio di Peppino, Muravera


Si narra che Peppino fosse un pescatore sardo che amava lavorare e riposarsi su un chiarissimo scoglio di roccia granitica. Oggi quello scoglio porta il suo nome e delimita il confine di spiaggia tra i comuni di Muravera e Castiadas, nella provincia del Sud Sardegna. questo magnifico lido è caratterizzato per il mare stupendo e per il fondale che degrada lentamente quindi perfetto per i bambini. Un paesaggio di quelli da cartolina, per vivere una delle vacanze più rilassanti della vostra vita!



Punta Molentis, Villasimius


Sabbia candida e luminosa, i resti di un nuraghe alle spalle e un mare che incanta. Punta Molentis deve il suo nome agli asini (“su molenti”) usati per l’attività estrattiva del granito e fa parte dell’Area Marina Protetta di Capo Carbonara. Suddivisa in più calette, questa bellissima spiaggia è circondata da arbusti mediterranei e variopinti cactus, che regalano un aspetto inconsueto. Godetevi qui le ore più belle della giornata e poi concedetevi una cenetta di pesce freschissimo nei ristoranti della zona.



Porto Giunco, Villasimius


Porto Giunco è un vero e proprio angolo di Caraibi, una “perla” della costa sud-orientale a circa 45 km da Cagliari. Una spiaggia protetta da un bosco di eucalipti che conduce a un mare tropicale, un litorale lunghissimo a sabbia chiara e lo stagno di Notteri alle spalle, in cui è facile vedere i fenicotteri rosa, che lo hanno scelto come habitat. Un piccolo paradiso da esplorare non solo per gli amanti dello snorkeling e del birdwatching ma anche per i trekker che possono salire sul promontorio a sud ovest, in cima al quale si erge l’imponente torre di Porto Giunco, alta ben 9 metri.


Costa Rei, Muravera


Costa Rei è considerata fa tra le dieci spiagge più belle al mondo dalla guida Lonely Plane. La spiaggia di Costa Rei si estende per circa 10 chilometri con una distesa di spiaggia bianca granitica che dona al mare incantevoli sfumature dal verde smeraldo all’azzurro, per divenire poi blu cobalto. Costa Rei è suddivisa in varie spiagge: Le Ginestre, Marina Rei, Piscina Rei, Ziu Franciscu e Porto Pirastu.


Monte Turno – Castiadas


Compresa fra lo scoglio di Sant’Elmo a nord e il litorale Marina di San Pietro a sud, Monte Turno è una baia di sabbia bianca, bagnata da acque trasparenti. Di grande suggestione il contrasto cromatico fra lo sfondo del paesaggio, con la scura roccia vulcanica della collina di Monte Turno, e i riflessi chiari del mare.


Cala Sinzias – Castiadas


La spiaggia di Cala Sinzias è lunga circa 2,5 km., si trova oltre una pineta di eucalipti e pini, è protetta da un promontorio ed è caratterizzata da sabbia bianca e fine con un mare che digrada dolcemente, rendendola adatta a famiglie con bambini. Nel 2015 a Cala Sinzias si è riprodotta la specie protetta della tartaruga marina caretta caretta.


Porto de S’Illixi – Muravera


In pole position troviamo Porto de S’Illixi. E’ una piccola insenatura gioiello, incastonata tra le rocce del promontorio di Capo Ferrato, ancora sconosciuta ai più nella quale si estende una bella spiaggia divisa in due parti da una scoglio granitico rossastro. La caletta è lunga circa 200mt ed è incorniciata alle sue spalle da una serie di dolci colline ricche di macchia mediterranea.



Verso l’Ogliastra



Cala Mariolu, Baunei


Cala Mariolu è incastonata tra le grandiose falesie a picco sul mare e le rocce lambite d’azzurro. E’ un paradiso dal fascino tropicale. Il suo nome deriverebbe dalla presenza della foca monaca, che “rubava” il pescato dalle reti dei pescatori di Ponza che la chiamavano appunto il mariolo (ladro). Cala Mariolu è una delle perle del Golfo di Orosei, accessibile da terra solo attraverso un impegnativo e affascinante trekking tra una fitta macchia mediterranea. La Baia è caratterizzata dal fondale basso di sassolini bianchi e sabbia rosa, per questo infatti è anche chiamata “is pùligi de nie”, cioè “le pulci di neve”).


Cala Goloritzè, Baunei


Cala Goloritzé è delle spiagge più belle del Mediteranno dichiarata Monumento Naturale della Regione Sardegna e poi Monumento Nazionale Italiano. Questo gioiello di inestimabile valore, completamente selvaggio, si trova nella parte sud del Golfo di Orosei, lì dove mare e montagna si incontrano in perfetta armonia. La cala è famosa per il pinnacolo di quasi 150 metri che la sovrasta, particolarmente amato dai climbers per l’arrampicata sportiva, e per il suo arco naturale. L’arenile, di piccoli ciottoli bianchi e sabbia, è raggiungibile via mare o con un sentiero che dall’Altopiano del Golgo giunge alla spiaggia. Il posto è di quelli magici anche per la presenza del Falco della Regina, che ha scelto questa zona per nidificare, lo rende unico al mondo. Non potete perdervi questa caletta!

Verso Sud



Su Giudeu – Chia, Domus De Maria


Affacciata sulla Baia di Chia, insieme alle spiagge Colonia, Porto Campana e S’Acqua Durci, Su Giudeu gode di un litorale lunghissimo di sabbia bianca, un mare da sogno, un fondale bassissimo ideale al bagno bambini e dune molto alte sulle quali si arrampicano secolari ginepri. Ricca di servizi, deve il suo nome all’isolotto di Su Giudeu, a soli 150 metri dalla riva, o, più simpaticamente, al polpo che nuota in queste acque. Un litorale davvero incredibile questo che può essere colto nel suo insieme con una passeggiata verso il faro che domina l’estremità sud-occidentale della Sardegna. Rientrando verso Cagliari, dopo una giornata di mare non dimenticatevi una visita all’area archeologica di Bithia, l’antica città di Nora prima nuragica poi fenicia, punica e romana. 


Spiaggia di Tuerredda, Teulada

Un’insenatura dai colori paradisiaci di oltre mezzo chilometro fra Capo Spartivento e Capo Malfatano, nel territorio del comune di Teulada. La Spiaggia di Tuerredda è il luogo ideale per rilassanti nuotate, grazie al suo mare turchese. Di fronte alla spiaggia bianchissima che presenta una lingua di sabbia visibile già dalle ultime curve della strada panoramica che si snoda da Cagliari, fa bella mostra l’omonimo isolotto. Raggiungibile a nuoto in pochi minuti è una perla anche per la sua vegetazione essendo ricoperto di macchia mediterrane radente e profumata.



Verso Ovest


Cala Domestica, Buggerru


L’insenatura di Cala Domestica si trova tra le bianche falesie della costa sud-occidentale dell’isola, col suo fondo di sabbia sottile mista a ghiaia, si trova in un’ex zona mineraria e conserva ancora rovine di magazzini, depositi e gallerie scavate dai minatori che possono essere visitati. Sicuramente una delle più belle spiagge della Sardegna in cui trascorrere le vacanze e vivere momenti indimenticabili. Cala Domestica è molto comoda da raggiungere grazia all’ampio parcheggio, all’area di sosta per i camper, il punto ristoro, e la comoda passerella d’accesso che attraversa dune alte fino a 6-7 metri.